F.A.Q.

Attenzione, sul sito dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente è disponibile l'”Atlante dei diritti del Consumatore di Energia“, un documento completo e utile per chi volesse approfondire le tematiche relative alla liberalizzazione del mercato e alle procedure, costi, garanzie applicati al consumatore.

Se chiedo la voltura su un punto di fornitura, anche sospeso, per il quale vi sono debiti pregressi del cliente uscente, sono obbligato a pagare tali debiti per ottenere la voltura o per ottenerla in tempi più rapidi?

No. In nessun caso Bolletta Elettrica Transitoria richiede al nuovo cliente il pagamento di somme pregresse imputabili al vecchio cliente. Qualora sussistano debiti pregressi del cliente uscente, viene chiesto al cliente richiedente la voltura di compilare ed inviare la «dichiarazione di estraneità» ai debiti pregressi del cliente uscente. A seguito della presentazione della «dichiarazione di estraneità» e del positivo completamento dell’istruttoria (anche con riferimento ai controlli di solvibilità sul nuovo cliente), viene dato seguito all’operazione di voltura. Per scaricare il modulo “Dichiarazione di estraneità” clicca qui.

Come si richiede un aumento di potenza?

Basta chiamare il numero verde 800 552866, la vostra richiesta verrà presa in carico e uno dei nostri tecnici vi contatterà per un sopralluogo se necessario.

Quali categorie di clienti fornisce Bolletta Elettrica Transitoria?

Bolletta Elettrica Transitoria fornirà tutti i clienti finali di Energia Elettrica, Gas, Teleriscaldamento in regime di maggior tutela.

Posso cambiare l’indirizzo di recapito della bolletta?

Certo, puoi cambiare l’indirizzo di invio bolletta in qualunque momento. Vali nella sezione Richieste online. Tieni sotto mano una bolletta recente con i dati della fornitura.

Dato che ci sei perché non attivi anche Bolletta elettronica? In questo modo la bolletta ti giunge ovunque tu ti trovi 😉

Cos’è il codice POD, dove lo trovo?

Il POD (Point Of Delivery) è il codice alfanumerico nazionale di 14 caratteri che inizia per “IT”, che identifica univocamente il punto di prelievo dell’Energia Elettrica. È indicato nella bolletta nella sezione di sinistra, insieme a tutti i dati di fornitura e contratto. Tieni conto che il POD non cambia mai anche se cambi fornitore. Non cambia nemmeno se il Distributore ti cambia il contatore.

Schermata 2014-11-30 alle 11.17.32

Cos’è il codice PDR, dove lo trovo?

Il PDR (Punto Di Riconsegna) è il codice numerico nazionale di 14 cifre, che identifica univocamente il punto di prelievo del Gas. È indicato nella bolletta nella sezione di sinistra, insieme a tutti i dati di fornitura e contratto. Questo codice rimane invariato anche se cambi fornitore. Non cambia nemmeno se il Distributore sostituisce il contatore.

Schermata 2014-11-30 alle 11.17.32

Cos’è la bolletta elettronica e perché mi conviene attivarla?

Con la bolletta elettronica ricevi le fatture direttamente nella tua casella email: oltre ad avere sempre la certezza di riceverla subito, ti avvisiamo con un sms quando te la spediamo e in più – abbinandola al Conto Comodo – non devi neanche preoccuparti di pagarla, perché lo fa la tua banca per te. Vai alla pagina dedicata e scopri altri buoni motivi per attivare bolletta elettronica.

Perciò la domanda giusta è “Perché non hai ancora bolletta elettronica” 😉

Come si paga la bolletta?

Il modo più sicuro per effettuare il pagamento è la domiciliazione bancaria (SEPA):

– la bolletta viene pagata automaticamente dalla banca l’ultimo giorno di pagamento

– puoi controllare la bolletta e bloccare il pagamento se qualcosa non ti torna

– benefici di tutte le garanzie previste dal circuito SEPA, a tutela del Consumatore

– non corri il rischio di dimenticarti di pagare la bolletta con conseguenti azioni di sollecito

– nella maggioranza delle banche costa ZERO commissioni

 

Attiva perciò da subito online il servizio Conto Comodo!

In alternativa, puoi pagare con il bollettino allegato alla bolletta presso gli uffici postali (con il pagamento della commissione applicata da Poste Italiane) o in banca (verificare con il proprio istituto di credito i costi)

Puoi pagare online con carta di credito su Sportello online

Puoi infine pagare mediante bonifico bancario con versamento a:

 

IBAN: IT11Y0503411750000000150000

Ti raccomandiamo di indicare nella causale di pagamento il numero di bolletta e il tuo codice cliente, altrimenti non riusciamo a capire chi ci ha fatto il pagamento.

Cosa succede se mi dimentico di pagare la bolletta?

Su ogni bolletta viene indicata la scadenza pagamento. Entro questa data devi ricordarti di effettuare il pagamento in posta o in altri modi indicati in bolletta. Se non paghi per tempo verranno inviati solleciti di pagamento e oltre al totale dovuto verranno applicati gli interessi di mora. Se anche dopo il sollecito non paghi la fornitura viene sospesa e i contatori vengono chiusi.

Perciò, se non vuoi correre il rischio attiva Conto comodo, la domiciliazione bancaria dei pagamenti, così:

– la bolletta viene pagata automaticamente dalla banca l’ultimo giorno di pagamento

– puoi controllare la bolletta se bloccare il pagamento se qualcosa non ti torna

– benefici di tutte le garanzie previste dal circuito SEPA, a tutela del Consumatore

– non corri il rischio di dimenticarti di pagare la bolletta con conseguenti azioni di sollecito

– nella maggioranza delle banche costa ZERO commissioni

Perciò attiva subito Conto Comodo e non ti dimentichi più!

Chi sono i clienti non disalimentabili?

L’Autorità per l’energia elettrica, gas e sistema idrico con la delibera 258/2015/R/com, art. 23 dell’Allegato A (TIMOE) definisce i criteri di identificazione dei clienti finali non disalimentabili. Per essere inseriti nelle liste è necessario dare comunicazione al proprio fornitore nelle modalità definite dalla normativa.

Cosa succede se ho perso la bolletta?

Se non trovi più la bolletta accedi a Sportello on line, dove trovi l’archivio delle bollette, oltre che tutte le informazioni sulle tue forniture.

Se vuoi toglierti il pensiero una volta per tutte attiva Bolletta elettronica e ricevi la bolletta nella tua casella per email. Ti inviamo anche l’SMS con indicato importo da pagare e data scadenza.

Cosa è l’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas e il Sistema Idrico (AEEGSI)?

L’Autorità per l’energia elettrica e il gas e sistema idrico è un’autorità indipendente istituita con la legge 14 novembre 1995, n. 481 con funzioni di regolazione e di controllo dei settori dell’energia elettrica e del gas. L’Autorità ha il compito di perseguire le finalità indicate dalla legge n. 481 del 1995 con cui si vuole “garantire la promozione della concorrenza e dell’efficienza” nei settori dell’energia elettrica e del gas, nonché “assicurare adeguati livelli di qualità” dei servizi (Fonte: sito AEEG).

L’Autorità si occupa di:

  • Tariffe
  • Qualità del servizio
  • Forme di mercato
  • Concorrenza
  • Separazione contabile amministrativa
  • Verifica e controllo
  • Reclami e istanze
  • Risoluzione controversie
  • Informazione e trasparenza

Com’è composto il prezzo dell’energia?

Il grafico rappresenta la composizione tariffaria dell’Energia Elettrica.

Le imposte e le componenti A e UC sono fissate dall’Autorità. Le Parti A e UC sono composte da:

– A2: Smantellamento delle centrali nucleari e chiusura del ciclo del combustibile;

– A3: Promozione della produzione di energia da fonti rinnovabili e assimilate;

– A4: Finanziamento dei regimi tariffari speciali (ad esempio: alluminio primario Ferrovie dello Stato SpA, Società Terni SpA, comuni rivieraschi);

– A5: Finanziamento delle attività di ricerca e sviluppo;

– A6: Copertura dei costi già sostenuti dalle imprese e non recuperabili in seguito alla liberalizzazione del mercato;

– UC1: Copertura degli squilibri del sistema di perequazione dei costi di acquisto dell’energia per il mercato vincolato;

– UC3: Copertura degli squilibri del sistema di perequazione dei costi di trasmissione, distribuzione e misura e dei meccanismi di integrazione;

– UC4: Copertura delle integrazioni tariffarie alle imprese elettriche minori (isole minori e altri);

– UC5: Copertura degli squilibri tra perdite standard e perdite effettive nelle reti;

– UC6: Remunerazione dei miglioramenti della continuità del sevizio elettrico;

– MCT: Finanziamento delle misure di compensazione territoriale per lo smantellamento delle centrali nucleari.

I Costi di trasporto vengono fissati dal distributore e sono uguali sia per il mercato libero, sia per quello vincolato.

Il Costo di generazione viene riconosciuto per la copertura della produzione dell’energia elettrica. E’ fissato da AEEG per il mercato vincolato; è negoziabile nel mercato libero, ed è l’unica quota della tariffa che può essere scontata.

Cosa vuol dire “sconto sul prezzo dell’energia”?

Il fornitore di energia elettrica può effettuare sconti solamente sulla componente di generazione. Altre voci che compongono la bolletta non possono essere scontate in quanto sono “passanti”, ovvero il fornitore le incassa per conto di altri soggetti (es. Società di Distribuzione, Stato, Enti Locali, ecc.). Su queste non c’è alcuna possibilità di riduzione da parte del fornitore.

Cosa sono le perdite di rete?

Durante la trasmissione di energia elettrica dal punto di produzione al punto di fornitura, a causa delle caratteristiche fisiche dell’energia elettrica stessa, parte dell’energia viene dispersa.

L’AEEG stabilisce che nelle reti a media tensione le perdite siano del 4,7%, nelle reti a bassa tensione del 10,4%.

Ciò significa che se il contatore di casa misura 100 unità di energia consumata, dalla centrale ne sono state immesse in rete 110,4. La differenze viene dispersa dalla rete elettrica (linee elettriche, trasformatori, ecc.).

E’ da tener presente che il fornitore di energia elettrica si approvvigiona per il consumo lordo (comprensivo delle perdite di rete); pertanto nelle offerte su libero mercato il prezzo dell’energia viene applicato sia al consumo rilevato dal contatore che alle perdite di rete.

Cos’è il dispacciamento?

Il dispacciamento è l’attività di Terna, (la società che gestisce in un regime regolato la trasmissione di energia in Italia e ne garantisce la sicurezza nel tempo e che assicura parità di condizioni di accesso a tutti gli utenti delle reti) che consiste nel gestire e prevedere le richieste di energia elettrica su tutta la rete nazionale mantenendo in equilibrio la domanda e l’offerta di energia, evitando così i sovraccarichi.

Per remunerare il servizio di Dispacciamento AEEGSI ha definito la componente tariffaria PD (Prezzo Dispacciamneto). Il fornotore è tenuto a riscuotere tale componente e a versarla interamente (componente passante)

Cos’è Terna S.p.A.?

Terna è la società responsabile in Italia della trasmissione e del dispacciamento dell’energia elettrica sulla rete ad alta e altissima tensione su tutto il territorio nazionale. E’ il principale proprietario della Rete di Trasmissione Nazionale di energia elettrica ad alta tensione con oltre il 98% delle infrastrutture elettriche nazionali. E’ anche responsabile della trasmissione e del dispacciamento dell’energia sull’intero territorio e quindi della gestione in sicurezza, 365 giorni l’anno, 24 ore su 24, dell’equilibrio tra la domanda e l’offerta di energia elettrica.

La Società è inoltre responsabile dell’attività di programmazione e sviluppo della Rete, provvede alla sua manutenzione e al suo sviluppo nel rispetto dell’ambiente e coniuga competenze e tecnologie per migliorarne l’efficienza.(Fonte: sito Terna s.p.a.)

Cosa è la potenza disponibile?

La Potenza Disponibile è la massima potenza prelevabile da un punto di fornitura senza che il contatore scatti.

Cos’è la quota fissa?

La Quota fissa è un corrispettivo che viene applicato per ciascun “punto di prelievo”, vale a dire che chiunque possieda un contatore attivo deve pagare una componente per il servizio. In bolletta generalmente trovi la Quota fissa sia nelle componenti di vendita (che remunera l’attività del servizio commerciale), sia nelle componenti di distribuzione. Generalmente l’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas e sistema idrico (AEEGSI) stabilisce il valore della quota fissa su base annua.

 

Cos’è la quota potenza?

E’ una componente tariffaria che varia in base alla potenza contrattualmente impegnata dal cliente. Anche essa è fissa per ciascuna utenza e viene determinata su base annua.

Cos’è la quota energia?

In ciascuna bolletta la quota per l’energia consumata viene calcolata sulla base della quantità di energia consumata risultante dalle letture. Il valore unitario della quota energia viene aggiornato ogni tre mesi dall’Autorità sulla base della distribuzione dei consumi in fasce orarie F1, F2 e F3. Inoltre, la quota energia della tariffa D2 (abitazioni di residenza con impegno di potenza non superiore a 3 kW) è anche articolata in scaglioni di quantità di consumo annuo a ciascuno dei quali è associato un diverso costo del kWh, che è minore per i livelli di consumo più bassi. Una volta suddivisi i consumi per fasce temporali e scaglioni di consumo, si calcola il costo totale dell’energia. Il valore così ottenuto è relativo all’intero periodo intercorrente tra le letture riportate nelle sezioni 2 e 3 della bolletta.

Quali sono le coordinate bancarie di Bolletta Elettrica Transitoria?

Coordinate Internazionali Bancarie IBAN: IT11Y0503411750000000150000

Ti raccomandiamo di indicare sempre nelle causali di pagamento del bonifico:

  •  numero bolletta
  • il tuo codicecliente

altrimenti non riusciamo a capire chi ci ha mandato i soldi 😉

Quali sono i dati societari di Bolletta Elettrica Transitoria?

Bolletta Elettrica Transitoria marchio di AGSM Energia per i clienti in regime di maggior tutela

AGSM Energia Spa

37133 Verona – Lungadige Galtarossa, 8 (ingresso da via Campo Marzo 6)

Società soggetta ad attività di direzione e coordinamento di AGSM Verona s.p.a.

Cap. Soc. 5.271.481,00 i.v.

C.F. P.IVA e R.I. 02968430237 – REA VR298474

Come faccio a mettermi in contatto con Bolletta Elettrica Transitoria?

Nella sezione Contatti trovi tutti i nostri riferimenti

 

 

Dove posso trovare informazioni sul mercato elettrico?

A chi desidera approfondire la conoscenza del mercato elettrico raccomandiamo di visitare il sito internet dell’Autorità per l’energia elettrica, gas e sistema idrico (AEEGSI) che contiene anche una sezione appositamente dedicata ai consumatori.

 

Bolletta Elettrica Transitoria è una società diversa da AGSM Verona?

Bolletta Elettrica Transitoria è un marchio di AGSM Energia per i clienti in regime di maggior tutela; AGSM Energia è una società del gruppo AGSM, interamente controllata da AGSM Verona, creata appositamente per migliorare il servizio fornito ai Clienti.